La ballata ti lu clandestinu - ALBUM


Storia de LA BALLATA

Il primo disco de LA RESISTENZA esce il 14 luglio 2006. Il cd, realizzato presso “Il Cavallo Giallo” di Bari, è un lavoro completamente autoprodotto. Al suo interno 14 tracce, 10 canzoni e 4 skit.
I BRANI trattano della quotidianità, dei problemi d'ogni giorno, vissuti e argomentati dal cittadino comune. Denuncia ed ironia si amalgamano in un gioco di rimandi raffinato, inequivocabile.
LO STILE adoperato è una creazione originale, si chiama ELETTROFOLK. È una commistione inedita: le percussioni etniche africane che sposano la ritmica campionata, i fiati jazz che guizzano tra suoni campionati e vocoder. Nasce un ragamuffin atipico e coinvolgente, nasce l'ELETTROFOLK de LA RESISTENZA.
LA LINGUA scelta per l'esordio è il dialetto altosalentino, un idioma ritmico e musicale insieme. Un parlato espressivo e cadenzato che, voce di un intero territorio, è musica di per sé.

Booklet

(clicca sulle immagini per ingrandire)