-

ResiBLOG

Nuovo mix per Non dimentiCarlo

Ci sono pezzi che han segnato l'umile storia musicale de La Resistenza. Tra questi, sicuramente, Non dimentiCarlo. Il titolo, evidentemente, è un nome, una dedica, a quel ragazzo, Carlo Giuliani, ucciso durante il nefasto G8 del 2001 a Genova. Una dedica, un pensiero semplice di pace, perché quanto accaduto non si ripeta.

 

Personalmente, lì non c'ero (come canto nel brano), ma c'erano tanti e tanti miei amici i quali, al loro ritorno, si son detti miracolati di avercela fatta a riportare la pelle a casa. Una situazione estrema creata, come raccontano molte prove, da finti finti Black Bloc, "scritturati" chissà da chi per rendere un inferno quella trappola che era Genova in quei giorni.

 

Ma veniamo alla musica. Come noto, mi piace curare personalmente i missaggi dei miei brani, questo perché desidero le persone ascoltino per bene l'idea che ho in testa. Così ogni tanto mi piacerà riprendere qualche pezzo del passato per ripresentarlo alla luce delle esperienze musicali e di ascolto vissute in questi anni. La tecnologia è andata avanti, il gusto cambia, e così come per altri brani, Non dimentiCarlo merita una "rinfrescata", un nuovo missaggio e un nuovo mastering che migliorino la traccia del 2008.

 

Tutto sarà originale, solo.. "ripensato acusticamente", ecco tutto. È tempo che la parte di basso, la cassa e i filtri per i quali tante energie spesi, vengano fuori per davvero. La parte vocale la canterò nuovamente, questo perché contro la scarsa qualità del microfono dell'epoca poco si può fare (spero di pubblicare anche una versione rimissata ma con la voce originale).

 

Ieri ho rimissato la ritmica e le armonie. La musica mi piace molto e mi sorprende ancora oggi. Il risultato è confortante, ma bisognerà attendere domani per effettuare i take vocali e capire se l'impalcatura, in termini di dB, regga. 

 

Con mio fratello Angelo Milone, ai tempi parte integrante de La Resistenza, l'abbiamo suonata diverse volte in live, Non dimentiCarlo. Ci sono due esibizioni significative, la prima a Imola durante un live nel quale c'erano anche Teresa De Sio, Peppe Voltarelli, Ginevra di Marco, Mau Mau, Raiz e altri. Quando avrò un pò di tempo andrò a ritrovare il video per metterlo sul tubo. Sul tubo invece c'è l'altra bella esibizione, di debutto per questa song, che facemmo durante una selezione per Arezzo Wave e che potete vedere nella playlist.

 

Il video ufficiale fu pensato da Mimmo di Caterino e Barbara Ardu, due amici artisti della bella Sardegna, un video che mantiene intatta tutta la sua carica, ancora oggi. Anche questo lo trovate nella playlist

 

Enrico Cervellera

 

Per restare aggiornato, seguici su IG, con dirette dal ResiSTUDIO, e su Facebook.

 

IRSTR

La playlist di Non dimenticarlo

La Resistenza

Questo è il sito ufficiale de La Resistenza, la band elettrofolk fondata da Enrico Cervellera a Mesagne (BR) nell'ottobre 2004. Brani come La ballata ti lu clandestinu, Paiava e - ancora Musica e Non Credere - sono diventati manifesto dell'Elettrofolk, il genere unico ed originale promosso dalla band, fatto di ricerca acustica e ispirazione elettronica, ragamuffin e canzone d'autore. I testi, talora di impegno sociale, altre volte di ironica introspezione, rappresentano uno spaccato della vita di oggi, un punto di vista che esalti e rinforzi quella "resistenza" (e da qui il nome) che ci vuole per non soccombere al quotidiano.


Instagram @laresistenzaofficial


DOWNLOAD

Ascolta, Scarica e condividi le nostre canzoni e i nostri testi.

BLOG

Tutte le novità dal mondo de La Resistenza.

Social

Seguici su Facebook, Instagram e YouTube.